7 commenti

MARCO SALVATO RECENSISCE ROSE ROSSO SANGUE

ROSE_3

Per acquistare l’e-book a soli 1,99 € clicca qui:

http://www.epubblica.com/ebook/rose-rosso-sangue-65.aspx

.

Due rose collegate da uno stesso ed identico nome, Lucrezia, come quella Lucrezia Borgia che i racconti popolari, spesso non veritieri, hanno dipinto come una perfida e sadica seduttrice. Due rose rosse. Ed è proprio il Rosso, nel suo colore e aspetto più sanguigno, il vero protagonista di questi racconti, impregnati di una forte carica sessuale resa viva dall’uso ripetitivo e quasi ossessionante del colore delle rose Lucretiae; il Rosso. Lo sfondo narrativo, nei suoi toni cupi e sepolcrali, rievoca le ambientazioni romantiche ottocentesche di stampo neogotico ma con aggiunte tutte moderne nei tratti stilistici. Giovanna Amoroso con Rose Rosso Sangue si mostra molto abile nel sapere fondere insieme il racconto gotico con quello erotico, dando al genere un carattere inaspettato e piacevole alla lettura.

Mi chiamo Marco Salvato sono nato a Napoli il 15 Ottobre del 1985. Sono cresciuto a Milano, dove ho frequentato un Istituto Tecnico Industriale, diplomandomi nel 2005. L’anno precedente sono arrivato tra i primi dieci nel concorso nazionale di poesia Artea, sezione adulti, edito dalla casa editrice Edimond. Nel 2006 mi sono iscritto alla Facoltà di Filosofia all’Università degli Studi di Pavia, e ho lavorato come tecnico di laboratorio per circa due mesi in una scuola superiore a Milano. Nel 2010 ho conseguito la laurea triennale in Filosofia con una tesi su Schopenhauer. Nello stesso anno mi trasferisco a Bologna, città dove attualmente risiedo, iscrivendomi alla laurea magistrale di Filosofia dell’Alma Mater Studiorum. A dicembre di quest’anno sono arrivato primo nel Concorso Nazionale di Drammaturgia Passione Teatro. I miei interessi filosofici guardano allafilosofia greca e a quella francese del ‘900 (Camus, A.Kojève, Barthes…), mentre nel campo della letteratura e della poesia la mia passione sono i romanzieri russi del ‘800 e del ‘900, in particolare i poeti dell’avanguardia (Anna Achmatova, Osip Mandelstam, Marina Cvetaeva, Majakovskij…). Il  teatro è arrivato all’improvviso (lo stimolo a scrivere è nato dalla lettura dei drammi di Cechov) ma le commedie di Eduardo De Filippo hanno influito sotterraneamente, per molti anni, su questa nuova passione, insieme all’interesse per il dialetto napoletano.

Annunci

7 commenti su “MARCO SALVATO RECENSISCE ROSE ROSSO SANGUE

  1. La ventata “inflattiva” colpì anche le rose, mia Signora?
    Cordialità

  2. Oh oh oh, domani, non ti dico l’ora però, leggerai la mia di recensione.

    Bacioni

    beppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: