17 commenti

ANIMA DANNATA – QUARTO CAPITOLO

ANIMA DANNATA

di Giovanna Amoroso

IV CAPITOLO

Dormii profondamente fino alle ventidue circa. Quando mi svegliai, avevo ancora addosso il dolce e inebriante profumo di Rossella.

Forse dovrei chiederle di diventare la mia ragazza…pensai per un istante. Solo per un momento. Poi, feci una smorfia di disappunto guardandomi nel grande specchio che si trovava di fronte al letto. Ormai non credevo più nell’amore.

Mah, le donne sono tutte uguali! Prima ti riempiono di miele, e poi quando sei completamente innamorato e rincoglionito, ti pugnalano alle spalle… aggiunsi ad alta voce.

Dopo la fine della mia storia con Laura non volevo più saperne dell’amore. Quella donna mi aveva fatto soffrire troppo. E a pensare che volevo sposarla e metter su famiglia con lei! Avevamo persino già deciso il nome del nostro primogenito…

Poi un bel giorno scoprii che la mia “quasi mogliettina” se la faceva con il mio amico Michele da un bel pezzo. E meno male che aveva sempre dichiarato che le stava sulle palle, quel ragazzo così volgare e arrogante!

La cosa che mi fece più male fu la sua freddezza nel liquidarmi quando il tradimento fu scoperto. Laura mi sembrò un’altra persona, quando deridendomi con un’inaspettata cattiveria, mi diede del fallito, dell’uomo inutile.

Probabilmente la sua vera natura era quella. Ero io che l’avevo fino allora idealizzata in una creatura angelica e celestiale. Ah, l’amore… roba da starne alla larga!

Terminate le mie riflessioni amorose, ripresi in mano il libro. Dovevo ad ogni costo scoprire che legame c’era tra me e Lucrezia Salani.

PAG. 123

La ragazza sapeva cosa doveva fare. Sua nonna prima di morire, l’aveva istruita a dovere.  Doveva distruggere l’origine del male. A qualunque costo.

Per mettere in atto il suo piano Lucrezia si fece assumere come cameriera, dietro raccomandazione di Egidio, maggiordomo personale del Conte Simone Monteforte. Il pover’uomo si era fatto abbindolare come un allocco. In fondo, era praticamente impossibile resistere alle avances di una professionista del sesso come lei.

La ragazza l’aveva adescato una sera nella taverna del paese. Erano mesi che lo teneva d’occhio. Egidio era il passaporto perfetto per varcare i cancelli del castello. Naturalmente il poveretto, si era innamorato a prima vista della bella seduttrice. I suoi giochi erotici avevano mandato in estasi totale il cinquantenne maggiordomo.

Il loro primo incontro si consumò in un fienile adiacente alla taverna. Lucrezia non risparmiò alla sua preda nessuna pratica sessuale. Prese a spogliarlo con vigore, quasi a strappargli i vestiti di dosso. Iniziò a baciarlo lentamente sul petto, partendo dai capezzoli per poi arrivare fino al suo fallo. Poi gli si sdraiò sopra.  Le sue enormi e turgide mammelle sembravano quasi soffocare il volto scavato di Egidio. Lucrezia sapeva muoversi nel letto come un’agile pantera. La sua bocca carnosa divorava con avidità ogni centimetro di pelle della sua vittima. Era insaziabile. Non aveva nessun pudore o vergogna. Era nata così. Il sesso era la sua mansione abituale. Non faceva altro. A volte si concedeva anche a più uomini contemporaneamente. Le piaceva sentirsi un libidinoso oggetto del desiderio. In fondo anche questa era una forma di potere. Un potere che l’avrebbe portata a compiere finalmente la sua vendetta.

FINE IV CAPITOLO

CONTINUA…

Annunci

17 commenti su “ANIMA DANNATA – QUARTO CAPITOLO

  1. Leggere di Lucrezia è interessante.
    Sangue, amore e …

    Mia Signora, risulta difficile non pensare all’infausto destino dell’uomo, difronte a qualsiasi ex. Sempre abbindolato e represso. Voi credete che tutto ciò possa esser vero? Oppure in uno slancio di bassa indegnità sia proprio quest’ultimo che crea alcune situazioni proprio per piangere?

    Comunque sia, la Vostra penna compie miracoli.
    Racconto rosa, con sfumature rosse.
    Il racconto: tenderemo i nostri sensi, Lady Giovanna Giò Amoroso di Rosa Oscura, al fine di ascoltarlo meglio.
    Abbiate cura di Voi.

    Priyatno provesti vecher. (Приятно провести вечер)

    Druzhelyubiye (дружелюбие)

    • @Ninni

      Carissimo,

      la tua presenza mi fa estremamente piacere.
      Sono contenta che il mio racconto ti piaccia e che susciti in te delle riflessioni.
      Sinceramente al momento non so rispondere alla tua domanda.
      Quando si tratta di amore, in particolare di storie senza un lieto fine, non è semplice valutare la questione. Inevitabilmente le emozioni prendono il sopravvento sulla razionalità. Forse hai ragione tu, che sei sicuramente più saggio di me.

      P.s: Come ben sai, io con le lingue me la cavo male (già avevo difficoltà con lo spagnolo, figurati ora con il russo!), gentilmente mi traduci ciò che mi hai scritto?

      P.s n. 2: Ma che cavolo ci fai in Russia… io ti credevo a Damasco???

      Bacioni

      • Lady Giovanna Giò Amoroso di Rosa Oscura,
        che dire, avete visti giusto. Ma dalla “precedente” località, causa “disguido, coatto, aereo”, l’unico modo protetto per il rientro venn garantito, propriop, in questi termini.
        Si allunga un po’, ma fummo tra amici e comunque insiste una buona percentuale per il ritorno.

        Quello che ci stupì, mia Signora, che non avevate subdorato tale “notissima” ipotesi.
        Vabbè, l’omelette è pronta: vediamo chi la mangerà.

        Vi lasciammo le nostre cordialità

      • @ NINNI

        L’importante è che stai bene e che presto tornerai in Italia!

        Un caro abbraccio

  2. Molto bene.
    Il nuovo capitolo è avvincente e ricco di eros, nonché scritto assai bene (ma questa non è certo una novità).
    Sono contenta che “Anima dannata” sia tornata (scusa la rima involontaria).
    Un abbraccio 🙂

    • @ALESSANDRA

      Cara amica,

      questa volta non solo ti ringrazio per i bei complimenti al mio racconto (sempre graditissimi!), ma sopratutto perchè ieri quando ho letto il tuo commento che chiedeva notizie di ANIMA DANNATA, ho pensato: Sì… devo scrivere il quarto capitolo, ha ragione Alessandra!
      Ultimamente sono un pò in crisi esistenziale e stavo tralasciando il mio racconto…

      grazie amica mia!

  3. Le donne ti pugnalano alle spalle: fa un certo effetto leggere queste parole da una autrice. ^__^ Sia come sia, i maschi sono deboli, per loro natura: non possono fare a meno di una donna, ma quando ce l’hanno non riescono a non guardarsi intorno per un altro amore. Però il sesso, e questo le donne lo sanno, è un’arma più potente della bomba atomica per gli uomini: Cesare cadde fra le braccia di Cleopatra e così Antonio. Ma a che vale ricordare quanti e quanti intrighi si sono consumati nel corso della Storia, a partire da Elena di Troia o anche prima? A nulla. E anche nella tua storia, tra amore e vampiri, l’intrigo non manca. Mi piace.

    Un grande bacio aspettando con impazienza il prossimo capitolo.

    beppe

    • @ IANNOZZI

      Il bello dello scrivere è il “calarsi nella parte”! Come un attore che usa il “Metodo Stanislavskij”, anche un buon scrittore/scrittrice devo pensare con la testa dei suoi personaggi!
      Come già sai, io immagino sempre le mie storie su un palcoscenico… l’immedesimazione è fondamentale!

      Per quanto riguarda l’amore e il sesso che dire… in fondo è solo “Il giuoco delle parti (LUIGI PIRANDELLO)”

      Bacini e bacioni caro Beppe!

      • Lo penso anch’io. Un bravo scrittore è una persona che come attore si cala nella parte di quei personaggi che intende portare sulla pagina: deve essere quindi capace di vivere nel romanzo che sta scrivendo passioni ed emozioni, siano esse positive siano esse negative. Hai detto bene, è un po’ come far riferimento al Metodo Stanislavskij.

        Ami Pirandello, ne ero certo. 😉 Non posso che esser d’accordo con il grande Pirandello.

        Bacioni a te, Giò e buona giornata

        beppe

  4. Aspettavo questo nuovo capitolo e finalmente eccolo. Un uomo che è stato tradito e offeso dalla sua ex si lascia sempre più trascinare dalla donna del racconto. Ne resta affascinato. La personalità di Lucrezia lo attira sempre di più. Se potesse diventerebbe anche lui un personaggio del libro.
    Complimenti sinceri, un abbraccio

    Orofiorentino

  5. Tanti cari saluti e ti sprono a scrivere sempre con questa intensità. Baci oscuri.

  6. Un capitolo molto equilibrato nelle sue due diverse parti, e con una grande capacità, da parte dell’…Amorosa autrice, di calarsi perfettamente nella psicologia dei personaggi.
    Una prosa sempre avvincente, si legge con estremo piacere!

    Salutoni e bacioni, cara Giò.

  7. Con i miei tempi, ti seguo anche in questo Tuo gradito “lavoro”
    Questa volta hai pennellato l’ episodio con colori soft /hard, che danno alle “pareti”
    un tocco in più alla Tua bravura.
    Ti auguro un felice giorno
    Gina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: