6 commenti

Patrimonio dell’Unesco – L’abbazia di Fontenay

L’abbazia di Fontenay

L’abbazia di Fontenay fondata da S. Bernardo nel 1118, offre un’intensa visione della spiritualità monastica originaria.

Si trova in Francia nel comune di Montbard, dipartimento della Côte-d’Or.

Il periodo di prosperità dell’abbazia si estende dal XII al XV secolo, ma la decadenza comincia nel XVI secolo in conseguenza del regime della commenda (abati designati secondo la preferenza del re). Essa godette della protezione dei re di Francia, ma nonostante questo, venne saccheggiata durante la guerra dei cent’anni e durante le cosiddette guerre di religione.

L’abbazia è un importante esempio di arte cistercense e ne presenta tutte le caratteristiche, prima fra tutte il ritorno alla semplicità architettonica. L’ordine cistercense, infatti, propone il ritorno dell’osservanza della regola benedettina, alla povertà evangelica e alla rinuncia alle comodità e al lusso terreno.

L’abbazia di Fontenay rappresenta uno dei più belli e più completi insiemi di costruzioni monastiche dei primi decenni dell’ordine di Cîteaux, il più intatto che ci sia pervenuto poiché esistono ancora pressoché tutti gli edifici, di cui la maggior parte risale al XII secolo.

La chiesa riproduce quella forma canonica che San Bernardo impose alle chiese legate alla casa madre di Clairvaux. Fu costruita fra il 1139 e il 1147, anno in cui venne consacrata da Papa Eugenio III. Essa ha una singolare pianta a croce latina composta da una navata centrale lunga 66 metri e larga 8 con due navate laterali, più un transetto lungo 19 metri. La sala capitolare ha un soffitto a volta con pesanti centine. Invece il grande dormitorio possiede un suggestivo soffitto del XV secolo realizzato in legno di castagno.

Attualmente l’abbazia è proprietà privata della famiglia Aynard, ed è stata dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco.

Annunci

6 commenti su “Patrimonio dell’Unesco – L’abbazia di Fontenay

  1. Carissima Giovanna, è curioso e ti fa molto onore che ci sia ancora chi, in tempi di fuggevole comunicazione sui social network, decide di aprire un blog.
    Se poi, come appare dai suoi primi vagiti, si tratta di arte varia alla ricerca del bello, la cosa è ancora più confortante.
    Buona fortuna a questa nuova creatura, ma soprattutto a te!

    p.s.: come va in veste “Mirandolina”?

    • Caro Franz,

      ti ringrazio infinitamente per le belle parole che mi scrivi. Ebbene sì, io senza scrivere non ci posso proprio stare!
      Oltre alla mia attività di “Mirandolina”, da gennaio ho trovato lavoro presso due giornali (un quotidiano e un mensile) dove intervisto i personaggi del mondo dello spettacolo, teatro in particolare!
      Più scrivo e più mi sento bene!

      Un bacio

  2. Rieccoti. Grazie della tua visita leggera e suadente.

  3. Sorprende non poco, Giovanna, questo tuo articolo su una abbazia. Molto interessante, così come perlatro lo è questa tua nuova creatura. Ha innestato il meccanismo del ricordo: di una meravigliosa struttura, la certosa di San Lorenzo a Padula, Salerno e di una tenuta non lontano dalla certosa, adesso in mano a privati, particolarmente suggestiva (a Ontesano sulla Marcellana); una fonte battesimale, San Giovanni in Fonte, a due passi dalla certosa, che Cassiodoro descrisse evidenziando la purezza delle acque dove le trote parevano galleggiare nell’aria. L’acqua è ancora così: trasparente e le trote ci sono ancora. Continuano a galleggiare.
    Cassiodoro raccontava anche della fiera di san Cipriano che si teneva in quella zona. Adesso l’intera area, siamo nel Vallo di Diano-Parco del Cilento, la certosa è un bene UNESCO, è pressocché disabitata. La fiera non c’è più; la fonte battesimale è quasi sconosciuta e momento di vita si accende solo durante una sagra. Della trota, va da sé.
    Auguri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: